Archive for luglio, 2014


Creare quiz in Edmodo

Ecco l’ultimo videotutorial di questa serie estiva su Edmodo. E’ un po’ più lungo del solito, ma è molto semplice da capire e non ha bisogno di lunghe presentazioni.

C’è però una cosa che va detta: la modalità quiz è stata pensata ai fini della VALUTAZIONE. Vale a dire che non si può usare come esercizio interattivo, perché gli studenti possono svolgere il quiz solo UNA VOLTA. Alla fine del quiz vengono valutati automaticamente e la valutazione finisce nell’area “Progress”, cioè nel registro interno di Edmodo.

In realtà è possibile far rifare il quiz più di una volta, ma ogni volta il docente deve cancellare il quiz MANUALMENTE, studente dopo studente. Non ha molto senso… Se volete costruire esercizi interattivi da fare e rifare, è molto meglio usare siti come Learningapps.org.

 

Ecco un videotutorial che mi era stato chiesto diverse volte.

In realtà ormai è possibile annotare (commenti compresi) con diversi programmi. Il vantaggio di farlo direttamente in Edmodo sta nell’evitare la procedura scarica-annota-ricarica. Sonoperò necessari alcuni accorgimenti:

  • il formato del file da annotare dev’essere uno fra i seguenti: doc, docx, pdf, ppt, pptx, xls. I formati “liberi” (per esempio odt, ovvero il formato dei documenti di OpenOffice e LibreOffice) non sono annotabili. Un grave difetto, secondo me.
  • bisogna istruire gli studenti a lasciare un margine a destra (per gli eventuali commenti) e ad usare un’interlinea ben spaziata, per poter inserire le correzioni fra le righe.

Dal punto di vista operativo, personalmente preferisco lavorare in Google Drive con i documenti condivisi, che permettono commenti riscrivibili e conservano la storia delle riscritture. Se però si rimane all’interno di Edmodo il vantaggio innegabile della modalità “Compito” (la funzione annotazione è possibile solo all’interno del Compito) è quello di poter assegnare una valutazione che viene immediatamente registrata nell’area “Progress” e torna utile quando bisogna tirare le somme, alla fine dell’anno.

 

I “Compiti” (nelle altre lingue: Assignment; Tarea; Devoir; Aufgabe) sono uno dei punti di forza di Edmodo, e vi dico subito il perché:

  • il file con il Compito e tutti i commenti (il dialogo formativo con lo studente) si trovano riuniti in un’area personale, quindi al riparo dagli occhi dei compagni
  • la presenza delle faccine di feedback può aiutare le comunicazioni difficili (per. es. la faccina “Need help”)
  • le eventuali valutazioni finiscono automaticamente nel Registro (“Progress”) di Edmodo, facendoci risparmiare il tempo delle trascrizioni
  • con un colpo d’occhio vedo subito chi ha fatto i compiti e chi no
  • rimane traccia del procedimento, delle riscritture – elemento importante dal punto di vista cognitivo

I videotutorial che seguono descrivono la procedura sia dal punto di vista del Docente…. 

che da quello dello Studente:

Alla fine di questo anno scolastico ho deciso di somministrare un questionario di feedback ad una mia classe che aveva lavorato tutto l’anno con Edmodo. Da un lato ho avuto conferma che di quello che già sapevo, ovvero che Edmodo è una piattaforma facile da usare e intuitiva; dall’altro ho scoperto con meraviglia che i miei studenti non hanno usato il loro “Zainetto”.

Errore! Lo Zainetto è uno dei punti di forza dell’aula virtuale: nessun docente ci può ficcare il naso ed è uno spazio digitale illimitato, ottimo per caricare presentazioni, musiche, filmati (non tutti i formati, però) “pesanti” (100 MB è il limite di caricamento), o i documenti preziosi che non vogliono rischiare di perdere – perché il PC si becca un virus o perché la pennetta cade nella cocacola.

Lo Zainetto può diventare anche la loro Biblioteca virtuale. Nel migliore dei mondi possibili gli studenti dovrebbero fare a gara per mettersi le risorse migliori esistenti in rete.

Per capire meglio le potenzialità dello Zainetto, guardatevi questo videotutorial: